"Le anime più pure e più pensose sono quelle che amano i colori" (I. Ruskin)

giovedì 30 maggio 2013

What Women (don’t) Want

Cari amici, con vero piacere oggi vi parlo di What Women (don’t) Want, un prodotto digitale da non farvi scappare.


Basterebbe anche solo lo scopo per cui è stato creato - informare il pubblico sulla tematica della violenza sulle donne e combatterla - per rendere l'iniziativa degna di lode.
Ma oltre a ciò, si tratta di un ebook davvero pregevole per quanto riguarda grafica, editing e contenuto del libro.
Come potete vedere sopra, già la copertina di Mario Sànchez Nevado (dal titolo Deliberation) è bellissima e trasmette subito una forte emozione. Ma le soprese non sono finite: all'interno troverete tante splendide foto della giovane e promettente Giorgia Pallaro.
Una pagina di What Women (don’t) Want 
Per quanto riguarda i contenuti, il filo conduttore di What Women (don’t) Want è ovviamente la violenza sulle donne, declinata in diverse sfumature che rendono la lettura varia e interessante. Ci sono molte scrittrici, ma anche scrittori; ci sono saggi, racconti e citazioni. Vi riporto una di quelle che mi ha colpita di più.


I saggi sono attuali e accurati, spaziano dal ruolo ricoperto dalla donna nella nostra società, all'immagine televisiva che ne viene fornita, fino ad arrivare ai numeri della violenza: allarmanti.
I racconti sono ambientate soprattutto nella contemporaneità ma anche nel passato, in Italia o all'estero (Inghilterra, Grecia, America...).
Un'altra suggestiva pagina di What Women (don’t) Want 
Molte storie, come purtroppo accade nella realtà, non hanno un lieto fine. Altre invece si chiudono nella luce della speranza, come ad esempio - a dispetto del titolo - "Persecuzione" di Davide Roma, storia che mi ha attirata subito per il suo stile semplice e diretto. La speranza deriva dal fatto che la vittima della persecuzione è riuscita a reagire, sporgendo denuncia e accettando l'aiuto di familiari, forze dell'ordine e psicologi.
Voglio spendere altre due parole per una storia che mi ha affascinata moltissimo: Le fate di Norham Manor di Emanuela Valentini. Come potrete intuire, all'inizio sono stata colpita dal titolo; poi però sono anche stata catturata dalla storia, misteriosa, gotica e sottilmente horror. Mi è piaciuta davvero tanto. E' ambientata nell'Inghiterra ottocentesca e parla di una sedicenne che viene sedotta da un uomo bellissimo ma anche affetto da gravi turbe psichiche... cos'è accaduto davvero nel suo passato? E perché tutte le notti si avventura nel bosco a caccia di fate? Non vi rivelo di più per non rovinarvi la sorpresa. Mi piacerebbe leggere altre opere scritte da quest'autrice!

Ma ecco a voi l'elenco completo di tutti i brani:

Prefazione
Sol y Sombra di Ornella Albanese
Notte nella savana di Francesca Battistella
La bambina di Francesca Bertuzzi
Nessun amore più grande di Elisabetta Bricca
Lui, lei di Catherine Cipolat
Tenetemi stretta di Sabina Colloredo
Tagli, tinta e messa in piega di Laura Costantini e Loredana Falcone
La storia di Fulvia di Daniela Danna
Giorno segreto di Alan D. Altieri
Chi difende Margherita di Maurizio De Giovanni
Segni di Barbara Fiorio
La colpa di Gabriella Genisi
Bye bye baby di Amabile Giusti
Un biglietto sul marciapiedi di Mauro Marcialis
Tutti i particolari in cronaca di Selene Pascarella
Regola 23 di Francesca Petrizzo
Le donne nelle serie tv: eroine, vittime, ribelli di Chiara Poli
Solidarietà femminile di Susanna Raule
Se questa è l'umanità di Leni Remedios
Persecuzione di Davide Roma
Il bicchiere mezzo pieno di Anna Talò
Le fate di Norham Manor di Emanuela Valentini
Il dio aquila di Simona Vinci
Appendice: Per una relazione possibile tra uomini e donne di Monica Pepe

Alla fine del libro ci sono un'appendice sull'iniziativa Zeroviolenzadonne.it e i recapiti della Casa delle donne di Bologna, entrambe sostenute da What Women (don’t) Want.

Ma come fare a leggere What Women (don’t) Want?
Semplice: lo trovate gratuitamente su Isuu (http://issuu.com/speechlessmag/docs/what_woman_dont_t_want_2013) o su Speechless Magazine (http://speechlessmagazine.altervista.org/pubblicazioni/).

Infine, voglio inviare i miei ringraziamenti speciali e tanti complimenti al blog che ha ideato l'iniziativa, Diario di Pensieri Persi!! www.diariodipensieripersi.com

8 commenti:

Veronica Mondelli ha detto...

Davvero interessante questa iniziativa - e purtroppo l'argomento è sempre attuale... Scarico e leggo il libro... Tra l'altro anche io sono rimasta particolarmente colpita dal titolo Le fate di Norham Manor! Grazie per la segnalazione ;).

Mari da solcare ha detto...

Ottima iniziativa, per giunta gratuita. Un grazie sincero a te, cara Vele, per avercela segnalata!

Pippicalzelunghe ha detto...

Bravissima!!! Super Vele, cosmonauta iniziativa...questi libri che tu proponi sono di attuale violenza,ma contro le donne l'argomento è vecchio come Noè. Per l'argomento e altre cose, testona come sono mi dedicherò alla lettura di topolino. In questo periodo sono talmente emotiva che ho la piangina...quando ho letto le tue righe mi è venuto in mente un libro letto tempo fa" La donna abitata" l'autrice è Gioconda Belli. Ammirevole iniziativa!!!Ti adorissimo!!!

Silvia ha detto...

L'informazione è importantissima, parlare della piaga della violenza sulle donne è il primo passo per gettare il velo del silenzio che la circonda e iniziare a combatterla. Bisogna parlarne, bisogna denunciarla, bisogna non far sentire sole le vittime, bisogna dare il proprio aiuto. L'informazione, ripeto, è il primo passo per sconfiggere la violenza sulle donne.
Questo è un progetto davvero importante e significativo.

Veggie ha detto...

Grazie per questo bellissimo post... pone in rilievo un argomento molto interessante e, purtroppo, drammaticamente attuale.
Però è anche bello vedere che esistono iniziative come questa, dove c'è reazione e combattività... è con questo spirito che s'inizia a cambiare le cose.

Vele Ivy Di Colorare ha detto...

@Vero: vedrai che quel racconto ti piacerà! Fammi sapere cosa ne pensi!

@Mari: è vero, è proprio un'iniziativa fantastica!

@Pippi: cercherò notizie sul libro che hai segnalato!

@Silvia: hai perfettamente ragione. Uno dei problemi più grandi è che POCHE vittime denunciano i loro persecutori. Bisogna informarle e - come hai detto tu - non farle sentire sole, se no non usciranno mai dalla spirale della violenza.

@Veggie: certo. I problemi esistono e non si può far finta che non ci siano, l'importante è far qualcosa per cambiare le cose!

DOC ha detto...

Per ora ho apprezzato le citazioni (bellissima quella di Mazzini da te ripresa) e le foto, vere opere d'arte. Mi riservo di approfondire, più prima che poi. Grazie, ottima selezione. Buon week-end!

Vele Ivy Di Colorare ha detto...

Bravo, Doc!! Ne vale proprio la pena, è un ebook bellissimo e dedicato a una tematica davvero importante!